Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Inaugurazione della rete idrica di Tirana

Data:

17/07/2020


 Inaugurazione della rete idrica di Tirana

L’Ambasciatore Fabrizio Bucci ha partecipato alla cerimonia conclusiva dei lavori per la riabilitazione della rete idrica di Tirana. Insieme a lui, erano presenti anche il Primo Ministro Edi Rama, il Sindaco della città Erion Veliaj e la Ministra per le Infrastrutture e l’Energia Belinda Balluku.

L'evento ha segnato la fine di un ampio progetto a sostegno del sistema idrico albanese, avviato nel 1998 e finalizzato alla modernizzazione del sistema di approvvigionamento e distribuzione di acqua potabile nell’area urbana della capitale.

Il programma, articolato in tre fasi distinte, è stato gestito dal Ministero dell’Infrastruttura ed Energia albanese a fronte di un budget di 27 milioni di euro stanziato a credito concessionale dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano. Ad una prima fase che ha consentito la realizzazione nel breve periodo di interventi urgenti sulle infrastrutture maggiormente danneggiate, è seguito un programma di affiancamento a livello amministrativo e tecnico mirato a rafforzare le capacità tecnico-manageriali dell’azienda municipale UKT, Ente di gestione dell’Acquedotto di Tirana.

Il terzo ed ultimo step, terminato nei tempi previsti nonostante le difficoltà presentate dal terremoto dello scorso novembre e dall’attuale emergenza sanitaria globale, ha permesso la realizzazione di due nuove strutture, nello specifico due condotte adduttrici: una tra il lago di Bovilla e l’impianto di potabilizzazione e l’altra di by-pass nell’abitato di Tirana, che sostituirà la vecchia condotta esistente seguendo un tracciato alternativo. In questa fase del programma, fondamentale è stato il contributo fornito dalle aziende appaltatrici italiane HTC Costruzioni e Servizi Srl, AI Engineering Srl e SWS Consulting Engineering Srl.

“La Cooperazione italiana dimostra, con questo intervento infrastrutturale, il suo costante impegno per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione albanese” ha dichiarato l’Ambasciatore “e questa collaborazione continuerà con l’intensità e l’efficacia di sempre, nel comune interesse di rafforzare l’amicizia dei nostri Paesi e di sostenere azioni a favore dell’Albania e del suo ingresso in Europa”. L’Ambasciatore ha poi ringraziato il Ministero dell’Infrastruttura ed Energia, UKT e l’Agenzia Nazionale Acquedotti e Fognature per la preziosa collaborazione con l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e l’Ambasciata d’Italia, unendosi al Presidente Rama nel ricordare il lavoro delle ditte italiane che hanno reso possibile la realizzazione di questo programma dimostrando la competitività dell’imprenditoria italiana.

 


1036