Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Viaggi in Italia

Considerato l’aggravarsi della situazione epidemiologica in Europa, si raccomanda fortemente di evitare viaggi in Italia se non per ragioni strettamente necessarie e urgenti.

Si fa altresì presente che, al momento dell’ingresso in Italia, i controlli sono rigorosi e accurati e che è possibile il respingimento alla frontiera se la documentazione presentata non è conforme ai requisiti previsti dal DPCM 3.11.2020, vale a dire non giustifica pienamente il motivo dell’ingresso e non corrisponde a criteri di urgenza e necessità.

In particolare, l’ingresso per “esigenze di salute” (art.6, c.1, lett.c del DPCM in vigore), richiede:

1) in caso di visita specialistica/controllo medico urgente: auto-dichiarazione, prova della prenotazione, cartella clinica, precedenti medici, dichiarazione di ospitalità, garanzie economiche, biglietto di ritorno;

2) in caso di ricovero: rilascio di un visto per cure mediche da richiedere presso questa Ambasciata.

Si fa presente che in entrambi i casi, visita medica o ricovero per cure mediche, la decisione ultima sull’ingresso in Italia spetta alle autorità di frontiera.

Si segnala inoltre che in Lombardia, zona rossa, è stata decisa la chiusura di tutti i reparti ospedalieri e la loro riconversione in reparti COVID. Progressivamente questa situazione potrebbe interessare tutto il territorio nazionale.